Mavasoft all’Expo

Mavasoft all’Expo

Mavasoft - Expo 2015

Abbiamo visitato Expo Milano durante una delle settimane più affollate dall’inaugurazione a oggi, e, nonostante tutto, siamo stati molti contenti di esserci andati.

Si è trattato di una visita a metà tra il piacere e il dovere. Eravamo infatti impegnati a “divertirci” e nel contempo a vedere come alcuni dei trend tecnologici che seguivamo erano stati applicati direttamente sul campo.

Benché avessimo due giornate abbondanti a disposizione, non siamo partiti con la pretesa di vedere tutto, quanto piuttosto di farci un’idea generale della manifestazione, senza troppo stress e carpendo tutti gli spunti tecnologici (e non) interessanti.

Abbiamo percorso il Decumano facendo spesso deviazioni laterali per ammirare le incredibili architetture dei padiglioni dall’esterno, entrando nei padiglioni che ci incuriosivano, e cercando di evitare quelli “all’incontro” troppo affollati.

Passando alle tematiche interessanti, abbiamo apprezzato i notevoli sforzi sui processi logistico/organizzativi. Gestire flussi di 150.000 ingressi giornalieri, considerando ritardi, diversità degli attori in gioco, diversità delle competenze espresse, varietà di culture, lingue e usanze, non deve essere stato proprio una passeggiata.

Interessante è stato poter capire, insieme ad alcuni amici della Cisco, l’incredibile infrastruttura Wifi e Cablata approntata. Un progetto veramente importante e perfettamente funzionante.

I padiglioni che hanno sicuramente attratto la nostra attenzione sono stati:

Emirati Arabi Uniti: Unico, Tema-Centrico, Maestoso.  In assoluto il più bel padiglione a carattere tecnologico (e non). Meravigliosa l’idea di creare un applicazione di Augmented Reality per intrattenere i visitatori in fila ed introdurli al tema. La costruzione di un Teatro in 4D e l’utilizzo massivo e avanzato di AR e VR hanno completato un opera davvero imponente ed importante.

Corea: Spettacolare è la parola giusta.  Interessantissima la presenza dell’Interactive Table in cui era possibile preparare ricette collegate alle varie stagioni dell’anno semplicemente con l’interazione a Gesture.

Il Future Food District della Coop è un ottimo connubio di innovazione tecnologica e stile: avere supermercati del genere fra 10 o 20 anni crediamo sia ancora complesso, visto il tempo medio di knowning di sistemi più semplici come il Bancomat, ma sicuramente è uno spazio bello che lascia ragionare.

Per chi lavora “in” o “con” la comunicazione e la tecnologia riteniamo che sia un’esperienza davvero da non mancare.

Noi siamo stati contenti di esserci e se vi sarà la possibilità non mancheremo la prossima esposizione…magari come “espositori diretti”.

Alessandro Forte
Alessandro Forte
-- IT -- Laureato in Informatica, ha partecipato alla realizzazione di progetti software per enti, organizzazioni e aziende su territorio nazionale ed internazionale. Nel 2015 decide di dare vita ad una nuova start-up nel campo IT e fonda Mavasoft, con l’intento di creare un team di professionisti specializzati nella realizzazione di progetti software innovativi. -- EN -- Degree in Computer Science, has participated in the implementation of software projects for institutions, organizations and companies on national and international territory. In 2015 he decided to give life to a new start-ups in the IT field and founded Mavasoft, with the intention of creating a team of professionals specializing in the creation of innovative software projects.